I meravigliosi Giardini di Castel Trauttmansdorff

castello circondato da giardini

I Giardini Trauttmansdorf di Merano sono un’esperienza per tutti i sensi e per tutte le età, luogo di riposo e divertimento. Meravigliosi sempre ma incredibili in primavera nel pieno della fioritura. Questi giardini sono il luogo ideale per trascorrere una giornata di relax e all’aria aperta con la famiglia. Ancora più spettacolari quando sono animati dalle manifestazioni a tema. Per noi è stata una giornata fantastica e vogliamo raccontatela!

I Giardini di Castel Trauttmansdorff

I Giardini di Castel Trauttmansdorff sono suddivisi in quattro aree tematiche: Boschi del Mondo, Giardini del Sole, Giardini Acquatici e Terrazzati e Paesaggi dell’Alto Adige. E si estendono su una superficie di 12 ettari, più di 80 paesaggi botanici con piante da tutto il mondo. Il parco ha un dislivello di 100 metri e 7 chilometri di rete sentieristica. Aprendo a ogni passo affascinanti prospettive panoramiche sulle montagne circostanti e sulla città di Merano. L’intero giardino è integrato in perfetta armonia nel paesaggio naturale circostante.

Grazie al clima mite del territorio, quello dei Giardini di Castel Trauttmansdorff è il luogo ideale per un giardino botanico. Offrono la possibilità di ospitare piante provenienti da tutto il mondo, alcune delle quali sono esemplari rari. Meravigliosi tripudi di fioritura cambiano l’aspetto dei Giardini settimana dopo settimana, rendendo le visite affascinanti in ogni stagione.

giardino con siepi e fiori gialli

Nel cuore dei Giardini spicca Castel Trauttmansdorff dove, un tempo l’amata imperatrice Sissi trascorreva la stagione invernale. Oggi questo stesso castello è sede del Touriseum, il Museo provinciale altoatesino del Turismo che racconta 250 anni di storia del turismo alpino.

La nostra visita ai giardini Trauttmansdorff

Con la mappa dei Giardini Trauttmansdorff in mano, ci lasciamo guidare da Mia e Clelia che scelgono di iniziare la visita dai Giardini del Sole. I viali sono circondati da colori e profumi mediterranei interrotti da scorci e vedute mozzafiato. Un saliscendi che ci conduce dall’ulivo di 700 anni al semideserto delle succulente. Incontrando lungo la strada qualche simpatica capretta e un giardino proibito abitato da bizzarre sculture. Non perderti la terrazza di Sissi altro punto panoramico wow! Inutile dire che le bimbe sono al settimo cielo e super emozionate nello scovare così tanti angoli particolari.

Proseguiamo imboccando il sentiero (dall’alto) dei Paesaggi dell’Alto Adige, qui i bimbi si divertono tantissimo. Come prima tappa scegliamo il binocolo di Matteo Thun, una scalinata a sbalzo che regala una panoramica sulla conca meranese. Scendiamo poi verso il recinto degli alpaca, il grande alveare e il padiglione delle piante a primavera. In quest’ultimo Mia si è divertita moltissimo facendo suonare i campanelli delle installazioni.

Altra attrazione molto apprezzata dalle piccole, il ponte delle avventure che hanno percorso all’infinito! Molto interessante anche la Casetta Tuberello soprattutto se si è appassionati di insetti. In quest’area da provare l’esperienza del Regno Sotterraneo delle piante: un percorso avventuroso di 200 metri all’interno della roccia. Guidati da mezzi multimediali nelle 5 grotte che mettono in scena 5 diversi temi legati alle piante.

Si è fatta ora di pranzo e ci dirigiamo verso i Giardini Acquatici e Terrazzati per prendere posto in un delle diverse aree pic-nic dei giardini. Ci spostiamo al Laghetto delle Ninfee dove attraverso una passerella raggiungiamo la piattaforma posta in mezzo al lago. Ci accomodiamo sulle sdraio e mentre recuperiamo le energie (il caldo comincia a farsi sentire) ammiriamo le coloratissime ninfee e fiori di loto. Mentre le bimbe sono attratte dalle grandi carpe koi dai colori sgargianti. Ci incamminiamo nuovamente e passando per il giardino all’italiana con rinfrescanti cascatelle d’acqua raggiungiamo un’altra delle nostre attrazione preferiti: il labirinto!

laghetto con ninfee

Non ci resta che esplorare l’ultima zona, i boschi del Mondo, dove troviamo anche refrigerio. Il suggestivo Bosco di Bambù ti catapulta direttamente dall’altra parte del Mondo, così come la serra di piante e farfalle tropicali. Il percorso è molto piacevole, accompagnato da corsi d’acqua e imponenti alberi. Arriviamo al Giardino Giapponese dove ci togliamo immediatamente le scarpe per camminare a piedi nudi nel torrente. Dopo un momento di totale relax proseguiamo per raggiungere la bellissima Spiaggia delle Palme, sedie sdraio posizionate su sabbia bianca con vista sulle montagne. Si può chiedere di più?

La nostra giornata si sta per concludere ma prima di uscire ci rimane da visitare Castel Trauttmansdorff che come anticipato prima è la sede del Touriseum.  In modo interattivo e divertente racconta la storia del turismo nelle Alpi attraverso un’interessante viaggio nel tempo. Siamo rimasti affascinati dalle storiche sale del castello dove ha soggiornato l’imperatrice Sissi. E per finire ci siamo divertiti moltissimo con il gioco dell’Alto Adige: un enorme flipper di legno. Guidando la pallina per il lungo percorso si intraprende una breve gita attraverso il paesaggio turistico altoatesino.

bambine e grande flipper

La nostra visita ai giardini per vedere tutti gli ambienti è durata circa sei ore, con le bimbe abbiamo fatto diverse pause e assecondato i loro tempi. La permanenza è davvero molto soggettiva.

Giardini Trauttmansdorff: gli appuntamenti

Durante l’apertura stagionale, i Giardini organizzano diversi appuntamenti tra musica, eventi speciali e giornate a tema.

I venerdì sera in estate al Laghetto delle Ninfee

Un momento di relax in compagnia di buona musica dal vivo. In tre serate c’è la possibilità di gustare un piccolo cesto di prelibatezze sulle sponde del laghetto.

  • Quando: tutti i venerdì di giugno, luglio e agosto 2022 dalle 18
  • Costo: biglietti 8,50 €, con pic-nic € 40 per 2 persone
  • Info: programma completo qui

Concerti di spicco nei giardini Trauttmansdorff

Da giugno ad agosto, il Laghetto delle Ninfee con il suo palcoscenico, diventa scenario di concerti di qualità all’aperto.

  • Quando: giugno, luglio, agosto secondo calendario
  • Costo: biglietto € 34,5 o € 46 a seconda del concerto
  • Info: programma completo qui

Giornate a tema ai Giardini

Eventi speciali dedicati ai “Giardini in Movimento”

  • Quando: dal 3 settembre 2022
  • Costo: alcuni compresi nel biglietto d’ingresso altri € 10,5 a persona
  • Info: scopri qui il calendario

Giardini di Castel Trauttmansdorff: informazioni utili

Contatti:

  • Tel: 0473-255600
  • Email: info@trauttmansdorff.it

Orari di apertura dei Giardini di Merano:

  • dall’1 aprile al 15 ottobre dalle 9 alle 19
  • dal 16 al 31 ottobre dalle 9 alle 18
  • dall’1 al 15 novembre dalle 9 alle 17
  • tutti i venerdì di giugno, luglio e agosto dalle 9 alle 23

Costo dei biglietti d’ingresso:

  • Adulti € 15
  • Ragazzi (6-18 anni) € 12
  • Bambini (0-6) gratuito
  • Senior (over 65) € 13
  • Famiglia (2 adulti e ragazzi) € 32 (1 adulto e ragazzi) € 17
  • Abbonamento stagionale € 90
  • Visite guidate giornaliere € 6,5

Per evitare code all’ingresso è possibile acquistare i biglietti qui

  • Ampi parcheggi nei pressi dell’ingresso al costo di € 4

Come arrivare ai Giardini di Merano

I Giardini Trauttmansdorff si trovano a Merano – Via San Valentino 51

Dall’Autostrada del Brennero A22 prendi l’uscita Bolzano Sud e prosegui sulla superstrada MEBO (SS 38) fino all’uscita Sinigo con proseguimento per il Centro. Alla seconda rotonda, svolta per Scena e prosegui per circa 2 km fino al parcheggio dei Giardini di Castel Trauttmansdorff.

 

Potrebbe interessarti anche una vacanza a Merano in bicicletta.

 

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*