Cosa fare in Val di Fiemme con i bambini: tre giorni a misura di famiglia

papà e bambina camminano su sentiero di montagna

 

Cosa fare in Val di Fiemme con i bambini? Tutto. O quasi. I nostri tre giorni in Val di Fiemme a misura di famiglia sono stati all’insegna del divertimento immerso nella natura. Tra meravigliosi parchi gioco in quota e accoglienti rifugi caratterizzati dalla cucina tipica regionale è stato un susseguirsi di piacevoli scoperte.

Siamo partiti con il nostro camper per la Val di Fiemme diretti a Predazzo dove abbiamo sostato al camping Valle Verde, che è diventata la base di partenza per le nostre escursioni. In questo articolo vi raccontiamo la nostra avventura a misura di famiglia in Valle di Fiemme. Perciò  se volete approfondire, in ogni capitolo troverete i link per ciscuna destinazione.

In questo articolo su cosa farein Valle di Fiemme con i bambini troverai:

1. Giorno uno in Val di Fiemme con i bambini: Alpe Lusia
2. Giro d’Ali,Loc Fassane sull’Alpe Lusia
3. Chalet 44 Alpine Lounge, Loc. Morea sull’Alpe Lusia
4. Sentiero Frainus, presso Giro d’Ali Alpe Lusia
5. Giorno due in Val di Fiemme con i bambini: MontagnAnimata
6. MontagnAnimata, Loc. Gardonè Latemar
7. Baita Passo Feudo, Passo Feudo
8. Giorno Tre in Val di Fiemme con i bambini: Cavalese
9. Maso Corradini a Castello di Fiemme
10. Cascata di Cavalese
11. Dove sostare con il camper in Val di Fiemme
12. Come arrivare in Val di Fiemme

Giorno uno in Val di Fiemme con i bambini: Alpe Lusia

Arriviamo di buon mattino a Predazzo e facciamo il check-in presso il camping Valle Verde, dove ci consegnano la Fiemme Guest Card che ci riserva sconti e agevolazioni. Dopo aver sbrigato la registrazioni in campeggio ci dirigiamo verso gli impianti di risalita di Bellamonte entusiasti di iniziare la nostra avventura sull’Alpe Lusia.

Posteggiamo il camper nel grande parcheggio della ski area Alpe Lusia in località Castelir. Attendiamo la cabinovia nr 73 con in sottofondo le bambine che ripetono all’infinito ” è questa la cabina speciale da prendere?”. Finalmente arriva il tanto atteso Nidoplano, una nidocabina con il fondo trasparente per godere appieno l’esperienza della salita fino al parco giochi Giro D’Ali. Beh che dire, uno spettacolo!

Giro d’Ali, Loc Fassane sull’Alpe Lusia

Ed eccoci arrivati al Giro d’Ali in Località Fassane (1.750 m), un originale parco giochi sull’acqua per il divertimento di grandi e piccini. Le bimbe rimangono estasiate, sotto di loro una distesa di giochi, per lo più con l’acqua. Ci incamminiamo lungo il ruscello animato incontrando diverse postazioni gioco fino ad arrivare al piccolo laghetto attraversabile con una zattera! Ma il divertimento non finisce qui. Assolutamente da provare il percorso Kneipp e la vasca per il passaggio del piede, per poi rilassarvi sui grandi lettini prendisole.

papà. bambine su zattera

Inoltre i vostri bambini potranno divertirsi con “Uovo in Pista” una lunga pista sonora per biglie in legno. Senza nemmeno accorgercene è arrivata l’ora di pranzo, risaliamo a bordo della cabinovia e raggiungiamo lo Chalet 44 Alpine Lounge in Località Morea.

Chalet 44 Alpine Lounge, Loc. Morea sull’Alpe Lusia

All’arrivo della cabinovia Bellamonte 3.0, in località Morea (1967 m), troviamo lo Chalet 44 Alpine Lounge un moderno ristorante dalle linee essenziali che sposa la tradizione della cucina trentina. La vista dalla sala da pranzo, grazie alle ampie vetrate, è spettacolare, il cibo è ottimo! Finito di pranzare ci rilassiamo sulle sdraio in terrazza ammirando la catena del Lagorai e le Pale di San Martino, nel cuore delle Dolomiti.

esterno di ristorante in stile moderno e legno

Ancore molte cose ci aspettano così riprendiamo la cabinovia e scendiamo nuovamente al Giro d’Ali.

Sentiero Frainus, presso Giro d’Ali Alpe Lusia

A pancia piena percorriamo il Sentiero di Frainus, un semplice percorso ad anello nel bosco percorribile anche con il passeggino. Durante la camminata, grazie alle varie postazioni di gioco, le bimbe hanno scoperto tantissime curiosità sugli uccelli che abitano il bosco. Il nostro percorso si è fatto ancora più interessante grazie al gioca-libro di Frainus nel quale ad ogni tappa propone delle prove di abilità. L’inizio del sentiero si imbocca nella parte finale del parco “Giro d’Ali“, è lungo poco più di 1,5 km e il tempo di percorrenza è soggettivo.

Giorno due in Val di Fiemme con i bambini: MontagnAnimata

Un’altra giornata ha inizio e non vediamo l’ora di prendere nuovamente la cabinovia, questa volta a Predazzo, per raggiungere MontagnAnimata ai piedi del Latemar.

MontagnAnimata, Loc. Gardonè Latemar

MontagnAnimata è un meraviglioso parco tematico sopra Predazzo, in Località Gardonè (1.650 m) con diverse attrazioni che divertiranno tutta la famiglia. Si viene accolti da un grande nido da cui sbucano creature fantastiche, sulla sinistra salta subito all’occhio l’Alpine Coaster una vera e propria scarica di adrenalina! Per i più coraggiosi c’è anche la pista tubby dove sfrecciare a tutta velocità mentre per i bimbi più piccoli o meno spericolati è possibile giocare nel parco giochi tradizionale con scivoli e altalene.

grande nido su distesa erbosa

Inoltre ci sono dei facili sentieri a tema, poco impegnativi e non molto lunghi da percorrere con tutta la famiglia e farsi catapultare in un mondo fatato. Nel piccolo anfiteatro o nei sentieri, durante la giornata, vengono proposti diversi spettacoli animati per scoprire le meraviglie di questa MontagnAnimata.

Una mattinata ricchissima di emozioni ci ha scatenato una gran fame, saliamo a bordo della seggiovia e raggiungiamo Passo Feudo (2.200 m).

Baita Passo Feudo, Passo Feudo

A pochi passi dall’impianto di risalita Gardonè-Passo Feudo, nello Ski Center Latemar”, troviamo Baita Passo Feudo, dove panorama mozzafiato e cucina gourmet si incontrano. Il ristorante propone piatti della tradizione Trentina con un tocco di modernità, il cibo è ottimo e abbondante. Dopo pranzo ci prendiamo una pausa e dalla terrazza ammiriamo la vista sulle Dolomiti e per la gioia di Mia e Clelia le mucche al pascolo.

esterno di baita in legno con terrazza panoramica

Foresta dei Draghi, MontagnAnimata, Latemar

Dopo pranzo ci incamminiamo sul sentiero della Foresta dei Draghi (1.650 m), un percorso ad anello di circa 1,5 km percorribile anche con il passeggino. L’avventura inizia sotto il rifugio Gardonè e con il nostro gioco-libro tutto si fa più intrigante! Una semplice passeggiata nel mondo dei draghi del Latemar, vi svelo un piccolo segreto nel bosco abbiamo visto un grande uovo rosso, ma le sorprese non finiscono qui.

Giorno tre in Val di Fiemme con i bambini: Cavalese

È giunto il nostro ultimo giorno in questa splendida valle e per concludere la nostra visita ci spostiamo verso Cavalese. Prima ci dirigiamo a Castello di Fiemme per conoscere la famiglia dell’Agritur Maso Corradini e successivamente ci rechiamo alla Cascata di Cavalese, una delle sette meraviglie della Val di Fiemme.

Maso Corradini a Castello di Fiemme

Il Maso viene gestito con amore e passione da quattro generazioni e, negli anni, da semplice azienda agricola è stato trasformato anche in agriturismo, ristorante e fattoria didattica.

facciata di maso decorata con affresco

Questo posto è ideale per trascorrere una bella giornata in famiglia a stretto contatto con la natura e gli animali. È possibile visitare la struttura in piena autonomia, prendendo una simpatica mappa-gioco all’ingresso che, attraverso le tappe indicate, vi porterà a scoprire posti e curiosità dell’azienda.

Alla fine dell’interessante visita guidata, tra coltivazioni di piccoli frutti e l’incontro con le mucche nella stalla, abbiamo acquistato degli ottimi prodotti realizzati direttamente da loro.

Alla fine di questa mattinata ricca di stimoli per grandi e piccole pranziamo presso il loro ristorante con squisiti piatti, preparati secondo tradizione con prodotti a km zero.

Cascata di Cavalese

La cascata di Cavalese è la nostra ultima tappa prima del ritorno a casa, come al solito rimaniamo affascinati dalla potenza della natura. Siamo capitati proprio nel momento giusto perché, con le abbondanti piogge dei giorni precedenti, abbiamo potuto ammirarla in tutta la sua forza.

bambine sedute vicino a cascata

È possibile osservarla in tre punti, dal parcheggio ai suoi piedi, da una terrazza panoramica a metà e dalla cima, grazie ad un ponte che la attraversa. Il percorso nel bosco che porta fina alla vetta della cascata è poco impegnativo e adatto a tutta la famiglia.

Dove sostare con il camper in Val di Fiemme

Abbiamo sostato presso il Valle Verde Camping di Predazzo, un piccolo paradiso di tranquillità e ottimo punto di partenza per visitare la Val di Fiemme e le sue principali attrazioni. Il campeggio ideale per trascorrere una vacanza in famiglia si trova circondato da boschi e lontano dalle strade trafficate.

casetta con fiori e piante

La struttura dispone di tutti i servizi: camper service, attacco corrente elettrica e tv in piazzola, bagni e docce anche per i più piccoli, mini market, ristorante, centro benessere e parco giochi.

Come arrivare in Val di Fiemme

Dall’Autostrada del Brennero A22 prendere l’uscita Egna-Ora e proseguire sulla SS48 in direzione Cavalese.

 

 

Per scoprire tutte e 7 le meraviglie della Val di Fiemme, le diverse escursioni e rimanere aggiornato sugli eventi vi consigliamo di consultare VisitFiemme.

 

 

Si ringrazia l’APT della Val di Fiemme per averci ospitato in questa meravigliosa valle e fatto scoprire questo piccolo paradiso di Trentino a misura di famiglia. 

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

X