Il MuSe di Trento: museo a misura di bambini

bambino al Muse

Il Museo delle Scienze di Trento (MuSe) è un’autentica scoperta. Gli spazi, ricavati all’interno di un edificio del quartiere Le Albere progettato dal celebre architetto Renzo Piano , sono stati inaugurati nel 2013 ma sono diventati in brevissimo tempo un punto di riferimento a livello nazionale per le famiglie e i bambini. Il MuSe  di Trento è un museo che farà innamorare i vostri bambini.

Visita al Muse: iniziate dal basso

esperimeti al museo Muse mamma e bambino

All’interno del museo è possibile effettuare un percorso che per bambini e adulti è una continua scoperta. Se, solitamente, è consigliabile iniziare la visita dalla terrazza (che offre un bel panorama sulla città) per finire poi al piano -1, per le famiglie con bambini conviene fare il contrario per evitare che i cali di attenzione dei piccoli possano rendere sbrigativa la visita nelle sue parti più interessanti.

Muse, dai Dinosauri alle cascate della Tanzania

Per cui si inizia dal piano interrato dove si ripercorre tutto il processo della vita sulla Terra. Dai primi invertebrati ai dinosauri, dai fossili di milioni di anni fa fino agli animali come li conosciamo oggi. Imponente lo scheletro di una balena che sovrasta tutta la sala, così come risulta molto affascinante, per i più piccoli, la famiglia di leoni impagliati.

scheletro dinosauro al Muse

Al piano -1 la continua scoperta porta alla sezione sul DNA per arrivare poi alla foresta pluviale. Si perché attraversando una doppia porta è possibile immergersi in una serra che riproduce il clima tipico della Tanzania con cascate, fiumi e piante tropicali.

ambienti umidi al muse

Al Muse di Trento c’è un vero ghicciaio alpino

Una volta usciti da quest’area, prendendo uno dei due ascensori, si può raggiungere il quarto piano dove è riprodotto un vero ghiacciaio alpino. E’ veramente emozionante e finché non si tocca con mano propria il ghiaccio non ci si può credere che realmente lo sia. Una galleria visiva lascia immergere i visitatori in un ambiente alpino con immagini bellissime delle dolomiti. Interessante anche la parte sugli animali alpini e sui grandi esploratori.

La biodiversità alpina spiegata ai bambini

Da qui scendendo al terzo piano ci si trova nel labirinto della biodiversità alpina, con tutti gli animali impagliati che vivono in quella regione. Ci si può trovare quindi ad esplorare il bosco alpino e poi il cambio delle stagioni anche in base al clima rigido che condiziona la vita degli animali ad alta quota.

La storia geologica delle Dolomiti

Al secondo piano del Muse di Trento è esposta la storia geologica delle dolomiti e tutti gli eventi che ne hanno portato alla formazione. Al primo, invece, si passa dai primi uomini sulle Alpi al futuro globale, mentre risulta molto divertente, soprattutto per i più piccoli, lo spazio di gioco del piano terra dove i bambini possono provare tutta una serie di esperimenti scoprendo, col gioco, le leggi della fisica.

Muse,  percorso studiato per i bambini

Ogni sala si può visitare con facilità anche se i bimbi sono ancora in passeggino e per i più grandi (6-12 anni), c’è la possibilità di organizzare una visita speciale: la visita con lo zainetto. Di cosa si tratta?

 

Muse vista

Alla biglietteria i bimbi possono chiedere uno zainetto con una guida viaggio, con enigmi e giochi, per esplorare il museo scoprendo i principali argomenti che caratterizzano i diversi piani, stimolando così fantasia, creatività e voglia di sperimentare.

La durata massima dell’attività è di 3 ore e lo zainetto deve essere restituito alla fine della visita.
I piccoli esploratori potranno conservare solo il diario di viaggio compilato.
La tariffa è di € 5,00, oltre al biglietto d’ingresso.

Il museo di Trento a misura di bambini

Il MuSe, insomma,  è pensato totalmente per i bambini. Dalle tariffe agevolate per le famiglie ai box pensati per lasciare i propri bagagli così come il guardaroba (visto che all’interno fa abbastanza caldo). Oltre a una serie di attività  giornaliere al Muse giornaliere e gli speciali percorsi dedicati a bambini e alle famiglie nel fine settimana per famiglie con bambini 5-10 anni ​( con tre euro in più rispetto al biglietto del museo).

zainetto con binocolo museo muse

Inoltre grazie ad un semplice timbro è possibile entrare ed uscire dal museo quante volte si vuole, cosa che permette ad una famiglia di poter trascorrere un’intera giornata sfruttando anche i bei giardini esterni. Trento merita quindi, grazie al suo bel centro storico e all’interessantissimo MuSe, ben più che il semplice passaggio per recarsi in settimana bianca sulle Dolomiti.<

Muse, come arrivare al museo

Il MUSE tra l’altro si trova in Corso del Lavoro e della Scienza 3, vicinissimo al centro cittadino, a un chilometro e mezzo dalla stazione ( per chi arriva in treno) e a soli 10 minuti a piedi dalla Piazza del Duomo. ​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​Per raggiungere​ il museo dal centro storico basta attraversare il sottopasso pedonale che collega via Madruzzo al Museo. E per gli appassionati di bici, il museo si trova lungo la ciclabile che collega Bolzano con Rovereto e dispone di un bel parcheggio biciclette.​

Il parcheggio del MUSE è a pagamento ( 2 € /ora)

Muse, Orari e biglietti

Il Muse è chiuso il lunedì. In settimana è aperto dalle 10 alle 18 e sabato, domenica  e festivi dalle 10 alle 19 .

I Biglietti:

Intero: € 10,00
Ridotto: € 8,00

Ingresso famiglie
Due genitori con figli minorenni: € 20,00
Un genitore con figli minorenni: € 10,00
Nucleo familiare con Family Card – Trentino Famiglia:
€ 8,00

Nucleo familiare con Euregio Family Pass (Alto Adige):
€ 8,00

Nucleo familiare con Tiroler Familien pass (Tirolo):
€ 8,00

*La recensione di una famiglia di Napoli

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

X