Charlotte Horse Riding, il maneggio a Campitello dove si impara ad amare i cavalli

bambino con cavallo

 

Se amate i cavalli, se non siete mai saliti in sella a un cavallo e volete iniziare nel miglior modo possibile e, addirittura, se avete paura dei cavalli… dovete fermatevi al maneggio di Campitello in Val di Fassa, il Charlotte Horse Riding. Sarà un’esperienza d’amore.

 

Cosa si fa al Charlotte Horse Riding

Al Charlotte Horse Riding, puoi fare praticamente tutto, dalla passeggiata di mezz’ora fino al giornata intera, passeggiate di gruppo ed escursioni romantiche per le coppie. I prezzi vanno dai 20 euro a salire,  a qualcuno può sembrare tanto, ma, attenzione, al Charlotte Horse Riding, non paghi un giro e via, vivi un’esperienza, una lezione di vita.

Charlotte Horse Riding

Innanzitutto è un maneggio all’antica: qui si insegna e si impara il rispetto per il cavallo. Per capirci: non è un sali sul cavallo, fai il giro e scendi dal cavallo.

bambini con cavalli

Qualsiasi esperienza si scelga, mezz’ora, un’ora, due ore c’è una lezione su come condurre il cavallo, si imparano comandi dolci, si crea un rapporto tra animale e conduttore e alla fine si ringrazia e si gioisce insieme.

 

bambini a cavallo

Qui bambini possono cavalcare i cavalli a tutte le età. Fino a due anni in braccio al genitore, dai due anni in su con il pony accompagnati dai maestri.

Ma il vero segreto che rende unico questo maneggio è la sua storia, la sua missione: “salvare e recuperare cavalli con problemi o vittime di violenza per poter dare loro una vita piena d’amore”.

 

La storia di Carlotta e del maneggio di Campitello dove si salvano i Cavalli

Carlotta nasce e cresce tra Roma e la Toscana e, sin da piccolina, ha una smisurata passione per i cavalli, tanto da convincere i suoi genitori a scambiare una mucca con un pony, era ”Carotina” il suo primo cavallo. Pratica tutti gli sport con i cavalli, poi un giorno parte per Capoverde, lasciando a metà gli studi di Medicina: “Anche in Africa presi una cavallina, ma era in condizione pessime – ci racconta – Io mi intestardii, dovevo salvarla e ci sono riuscita, cosi piano piano ho iniziato a prendermi cura di altri cavalli abbandonati o maltrattati, sono tornata in Italia per fare un corso di ‘doma gentile’, addestramenti che si basano sulle pressioni verbali e fisiche leggere e aiutano i cavalli traumatizzarti a fidarsi di nuovo dell’uomo e del mondo.

Carlotta in Africa capisce qual è la sua missione: salvare e amare i cavalli non amati.

Torna in Italia e nel cuore della Val di Fassa apre il suo maneggio: “Il Charlotte Horse Riding” a Campitello.

Carlotta ci racconta di cavalli picchiati e chiusi nei box e ci svela che ogni cavallo nel suo maneggio ha una storia di grandi sofferenze e coraggioso riscatto.

Le storie dei cavalli del Charlotte Horse Riding

Enrico, per esempio, ha montato Fiona. Fiona aveva un proprietario alcolizzato, che la usava per tirare l’aratro, con un sacco sulla testa, bastonate e fieno vecchio misto a sassi come pasto. “Quando arrivò qui – ricorda Carlotta – era una pallo di pelo incolta, paurosissima , con problemi ai piedi e ai denti. Ora, dopo l’addestramento l’ho dedicata ai bambini, perché ha una sensibilità bellissima. Lei si fida dei bambini e i bambini si fidano di lei”.

cavalli

Giulia invece ha cavalcato una sua omonima, una cavallina fortunata, perché apparteneva a un amico di Carlotta e non ha mai subito violenze, ma anche una pony coraggiosa, perché quando è nato Lampo, figlio di Asia (cavalla maltrattata e debolissima) il puledrino non si è riuscito ad attaccare al seno della mamma e Carlotta lo ha salvato con una trasfusione di sangue e i suoi anticorpi.

Quando montate su un cavallo nel ranch di Carlotta chiedete sempre la sua storia, perché il maneggio di Campitello, è un luogo in cui si intrecciano amore e riscatto, paure e rinascite.

 

donne
Carlotta con la sua mamma

Al Charlotte Horse Riding  ci sono 18 cavalli e ne sono stati recuperati 33. Carlotta spesso li compra per strapparli ai padroni violenti, o magari li regala, come Asia, la mamma di Lampo, che Carlotta ha regalato a una bimba: “Venne per fare una passeggiata e se ne innamorò, visto che aveva la possibilità di tenerla gliela regalai volentieri, certa che quella bambina l’avrebbe amata ancora più di quanto l’amavo io”.

La passeggiata con i cavalli nel cuore della Val di Fassa

Ammetto che né io né Francesco siamo saliti a cavallo, io per paura, Francesco per problemi alle anche, ma me ne sono pentita. E infatti ho promesso a Carlotta di tornare. I bambini ci hanno raccontato di una passeggiata bellissima, tra i campi e lungo un fiume, al passo, al trotto e al galoppo.

bambina a cavallo

Hanno portato i cavalli da soli, con grande soddisfazione e orgoglio, seguiti passo passo dagli istruttori.

Il maneggio di Campitello fornisce caschetti e assicurazione (attenzione, non si può disdire una volta prenotato perché il maneggio paga in anticipo l’assicurazione), ma anche una squadra di istruttori che segue il gruppo durante la passeggiata.

La cerimonia del grazie

bimba dà da mangiare al cavallo
Giulia con l’aiuto di Carlotta dà da mangiare al suo cavallo

Un altro rito bellissimo a “Casa di Carlotta” è la cerimonia del “Grazie”. A fine cavalcata, una volta rientrati al Maneggio, i cavalieri, grandi e piccoli, ringraziano il cavallo, con qualcosa da mangiare e tante carezze.

Una cavalcata nella neve al maneggio di Campitello

Come vi dicevo io non sono salita a cavallo (invece il maneggio di Carlotta era il posto giusto per vincere le mie paure), ma ho promesso a Carlotta di tornare e lo farò in inverno perché il maneggio di Campitello, a differenza di molti altri, rimane aperto anche in inverno: “Le nostre cavalcate nella neve sono pura poesia”.

Questa estate siamo stati circondati dall’amore di Carlotta. Ma ora voglio vivere questa poesia tra i riflessi della neve, tra il cielo bianco e i monti della val di Fassa.

Charlotte Horse Riding: informazioni utili

  • Charlotte Horse Riding
  • tel.: +39 3338056581- sito
  • APERTO TUTTO L’ANNO
  • Dove: Campitello di Fassa zona Ischia – Funivia Col Rodella

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

X